Personalized Dentistry Managment Model (P.D.M.M.)

Vision:

Alla base di questo modello gestionale formativo-lavorativo vi è una teoria filosofica di tipo fenomenologico.

La Persona è dinamica. Lungo tutta la sua vita si va “costruendo”, perfezionando. Ognuno di noi non è ancora quello che dovrà essere, ma è già diverso da quello che era. Se non si vuole lasciare questa evoluzione personale totalmente al caso e agli eventi (che pure esistono ed agiscono, come il vento intaglia le rocce nei secoli e l’acqua muta il paesaggio con il suo scorrere, così gli eventi e il tempo modificano la persona), è corretto che ognuno intervenga, da protagonista, nel processo del proprio divenire-quella-persona.

Il lavoro non è solo guadagno o status o ruolo, ma è susseguirsi di azioni che modificano la persona. Noi siamo anche il frutto delle nostre azioni, dei nostri atti (Aristotele); l’azione cambia la persona avvicinandola o allontanandola al suo fine-perfezione. Il modo, il luogo, il tipo di lavoro è fondamentale perché la persona fallisca o si realizzi come persona.

 

Mission:

Fornire ai titolari di Studi Odontoiatrici gli strumenti per trasformare il proprio studio (da 3 a max. 15 riuniti) in un ambiente che, curando i pazienti (e non solo “erogando prestazioni”), sia allo stesso tempo sano, gradevole, stimolante, emozionante, per tutto il Personale che vi operi all’interno. Abitualmente si trascorrono al lavoro circa 7-8 e spesso anche più ore della propria giornata. Bisogna uscire dall’ottica del lavoro=guadagno. Il lavoro, per chi ne comprende la portata e la ricaduta in termini di felicità e benessere, è molto di più.

L’obiettivo principale è che ogni componente del Team dello Studio dentistico (Titolare-Medico-Personale-ASO-Paziente) sia felice del proprio posto, del proprio ruolo, e realizzi quella crescita che come persona non può delegare ad altri.

La conseguenza di questa impostazione sarà che il numero di pazienti crescerà e si selezionerà da solo. Pertanto è un sistema che punta alla crescita del numero di pazienti, ma solo come effetto secondario rispetto al benessere dei pazienti e degli operatori

 

Step o Cardini Fondamentali

Selezione del personale

Tutti i componenti del Team devono essere persone con una inclinazione o predisposizione o vocazione al SERVIZIO. Questa caratteristica FONDAMENTALE va individuata attraverso specifici test attitudinali. Se questa caratteristica manca in qualcuno, la persona deve avere “cucito addosso” un piano formativo per acquisire quelle doti, capacità che ne fanno una risorsa di valore nello studio.

Il posizionamento della persona può essere un modo di coprire alcuni suoi “difetti” (per esempio metterla in ambito amministrativo piuttosto che in uno relazionale, se è poco empatica) ma deve sempre avere un minimo di predisposizione al lavoro in Team.

Se la persona non riesce ad acquisire questo profilo è meglio per lei e per tutto il Team che si dedichi ad altre professioni/lavori.

 

Continuing Education del personale

Un piano formativo personalizzato e uno di Team, verrà impostato per due anni come Starting Program e per i successivi come Continuing Program.

Il consulente, insieme con il Titolare, dopo una analisi iniziale delle caratteristiche dello studio (location, ambienti, tipo di pazienti, potenzialità terapeutiche, meta aziendale, numero e profilo HR) traccerà le linee di programmazione per portare lo studio ad essere un ambiente fortemente motivante e stimolante per tutto il Team. Nel fare questo ci si avvarrà di supporto esterno (Corsi di formazione Personale, test, Formazione specifica per ASO, Segreteria, Corsi di Aggiornamento o specializzazione per i Collaboratori etc.) in base alle mete dello Studio.

 

Organizzazione Interna

Lo Studio Odontoiatrico dovrà sviluppare effettivamente un sistema di qualità interno che comprenda:

  • Organigramma, completo e dettagliato con Aree, Ruoli, Funzioni ben definiti.
  • Mansionari completi fin nei dettagli perché ognuno abbia chiaro il proprio ruolo all’interno dell’azienda, il risultato che gli si chiede, come ottenerlo, come controllarlo e come raggiungere gli incentivi ad esso collegati.
  • Meta Aziendale, ben chiara, conosciuta e condivisa da tutti e singoli membri del Team

 

Ruoli Fondamentali da prevedere (la suddivisione è approssimativa e non tiene conto di esigenze specifiche anche importanti che ne possono fare variare l’applicabilità)

 

 

Risultati

L’analisi si svolgerà su quelle azioni volte a:

  • miglioramento dell’ambiente di lavoro
  • accrescimento della customer satisfaction
  • aumento del numero di pazienti raggiunti
  • insegnare ad elevare/gestire il tono emozionale del Team
  • valutare le skills conseguite dal Team
  • implementazione del marketing esterno ed il marketing interno
  • incremento del fatturato
  • incremento degli utili

I risultati conseguiti con l’applicazione del modello PDMM saranno valutati da un test finale i cui risultati verranno condivisi tra il consulente PDMM ed il Titolare dello Studio.

 

Come avviene la collaborazione

1° incontro presso lo Studio Odontoiatrico che richiede la consulenza

Un esperto di PDMM incontra il Titolare una prima volta e si trattano in modo generico le necessità dello studio e le possibilità che offre PDMM.

Se l’interesse alla collaborazione è reciproco il Titolare inoltrerà:

  • Autorizzazione Sanitaria
  • Autocertificazione che specifichi i Titoli di studio di tutto il personale (Medici, ASO e personale dipendente)
  • Bilancio economico degli Ultimi 3 anni
  • Organigramma con la composizione del personale (specificando Ruolo, età, tempo da cui collabora con lo studio, ore di lavoro settimanali, modalità di calcolo dello stipendio, se fisso o tipo di remunerazione a percentuale).

2° incontro (a distanza di 1 mese dal primo)

il Consulente PDMM presenterà il programma di consulenza proposto (in genere due anni) specificando gli interventi da fare, la modalità di erogazione dei moduli formativi, l’eventuale rimando a supporti esterni (Formazione ASO, Segreteria, Medici, Igienisti, etc.) ed il preventivo di spesa conseguente

Il Piano comprenderà:

  • Test attitudinali da somministrare al TEAM
  • Lezioni Frontali da erogare (da parte di Docenti e Consulenti PDMM) nei tempi e nei modi convenuti
  • Riunioni periodiche con il Titolare
  • Riunioni periodiche per Aree di competenza
  • Piano formativo esterno con rimandi a Corsi di Aggiornamento professionale o manageriale (da valutare)

Il Titolare avrà tre mesi di tempo per accettare il preventivo.